Introduzione

Frontex, l’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera, rappresenta una parte essenziale degli sforzi dell’Europa per salvaguardare lo spazio di libertà, sicurezza e giustizia. Il sostegno di Frontex alle frontiere esterne contribuisce a garantire la libera circolazione senza controlli alle frontiere interne, aspetto che molti di noi considerano scontato.

Si tratta di una grande responsabilità ed è per questo motivo che l’UE ha rafforzato Frontex, fornendoci il primo corpo di sicurezza in uniforme e fondi per dotarci di equipaggiamenti e di attrezzature e contribuire così allo sviluppo della gestione integrata delle frontiere in Europa.

Frontex ha tre obiettivi strategici: ridurre la vulnerabilità delle frontiere esterne sulla base di una conoscenza integrata della situazione; garantire che le frontiere dell’UE siano sicure, protette e ben funzionanti nonché pianificare e mantenere le capacità della guardia di frontiera e costiera europea.

Ci stiamo impegnando al massimo per diventare una controparte sempre più affidabile e fornire una varietà di servizi ai paesi dell’UE. Il nostro crescente impatto operativo alle frontiere esterne dell’UE sarà sostenuto da uffici regionali dislocati in tutta Europa.

Quest’anno stiamo reclutando e formando più di 700 membri del corpo permanente della guardia di frontiera e costiera europea che saranno impiegati nelle nostre operazioni nel 2021. Tra diversi anni, Frontex potrà contare su 10 000 agenti della guardia di frontiera e costiera che aiuteranno i paesi europei nel controllo delle frontiere e nella gestione della migrazione. Con le nostre guardie di frontiera e la possibilità di fare affidamento sul nostro equipaggiamento e sulle nostre attrezzature, l’Agenzia sarà un partner affidabile per le autorità nazionali di tutta Europa nell’affrontare una serie di sfide alle loro frontiere e non si limiterà più soltanto a rispondere a nuove emergenze. Svolgerà inoltre una funzione di maggiore rilievo nella gestione dei crescenti flussi di viaggiatori in regola attraverso le frontiere esterne dell’UE e rafforzerà il suo ruolo nella lotta alla criminalità transfrontaliera.

Frontex monitora ciò che accade alle frontiere esterne, dove può essere necessario un sostegno e come reagire. Sulla base delle sue valutazioni annuali del grado di preparazione dell’Europa ad affrontare le sfide alle sue frontiere, Frontex può proporre ulteriori esperti di gestione delle frontiere o attrezzature per far fronte alle potenziali carenze.

Un controllo delle frontiere e una gestione della migrazione efficaci richiedono cooperazione. Frontex è il guardiano e il motore della gestione integrata delle frontiere europee (IBM, dall’inglese Integrated Border Management). Per gestire le frontiere esterne, affrontare le sfide migratorie e contribuire alla sicurezza dell’Europa sono essenziali regole e norme unificate. Congiuntamente alle autorità nazionali, alle istituzioni dell’UE e ad altre agenzie e organizzazioni, Frontex implementerà la strategia in materia di IBM a livello europeo e nazionale.

Tutte le nostre attività sono attuate e realizzate pensando alla sicurezza e al benessere dei cittadini e siamo orgogliosi dei nostri risultati. Allo stesso tempo, siamo consapevoli delle numerose sfide che ci attendono. In attesa di farvi fronte, aspettiamo con impazienza di lavorare insieme alle autorità nazionali, alle istituzioni dell’UE e ai nostri numerosi partner a vantaggio della libertà e della sicurezza di tutti in Europa.

Fabrice Leggeri
Direttore esecutivo di Frontex

We use cookies on our website to support technical features that enhance your user experience.
More information