Diritti fondamentali

Il rispetto e la protezione dei diritti fondamentali sono i cardini di tutte le attività di Frontex. Il personale dell’Agenzia e i funzionari nazionali che partecipano alle operazioni di Frontex sono formati sui diritti fondamentali e accesso alla procedura della protezione internazionale prima del loro impiego, mentre l’obbligo di segnalare potenziali violazioni dei diritti fondamentali è integrato in tutti i piani operativi.

Un responsabile dei diritti fondamentali, indipendente nell’esercizio di tutte le sue funzioni, riferisce direttamente al consiglio di amministrazione e collabora con il forum consultivo su tali diritti. Il forum consultivo assiste il direttore esecutivo e il consiglio di amministrazione offrendo consulenza indipendente sulle questioni relative ai diritti fondamentali. È costituito da tre membri permanenti, tre organizzazioni internazionali e nove organizzazioni della società civile selezionate per un periodo di tre anni:

Membri permanenti:

  • Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali (FRA)
  • Ufficio europeo di sostegno per l’asilo (EASO)
  • Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR)

Organizzazioni internazionali:

  • Consiglio d’Europa (CdE)
  • Organizzazione internazionale per la migrazione (OIM)
  • Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE)

Organizzazioni della società civile attualmente rappresentate:

  • Centro AIRE
  • Ufficio di Amnesty International presso le istituzioni europee (AI-EIO)
  • Caritas Europa
  • Commissione delle chiese per i migranti in Europa (CCME)
  • Consiglio europeo per i rifugiati e gli esuli (ECRE)
  • Commissione internazionale di giuristi (CIG)
  • Servizio dei gesuiti per i rifugiati (JRS)
  • Piattaforma per la cooperazione internazionale sui migranti privi di documenti (PICUM)
  • Ufficio della Croce Rossa presso l’Unione europea (RCEU)

Eventuali richieste d’informazioni riguardanti le aree coperte dall’Ufficio per i diritti fondamentali devono essere tramesse al seguente indirizzo: FRO@frontex.europa.eu


Denunce

In linea con il regolamento sulla guardia di frontiera e costiera europea, l’Agenzia ha predisposto un meccanismo di denuncia per consentire a chiunque ritenga che i propri diritti siano stati lesi dalle sue operazioni di segnalare eventuali violazioni.

Chi ritiene che i propri diritti siano stati violati dalle azioni di qualsiasi membro del personale coinvolto in un’attività di Frontex, può sporgere denuncia sul sito dell’Agenzia.

La denuncia deve essere in forma scritta e può essere presentata, per conto dell’interessato, anche da un’altra persona, quale un parente o un avvocato. La denuncia può essere redatta in qualsiasi lingua.

Per presentare una denuncia, cliccare sul link.

We use cookies on our website to support technical features that enhance your user experience.
More information